24^ ACEA MARATONA DI ROMA: La grande festa della città, 14.000 in corsa da 131 nazioni

Domenica 8 aprile a Roma, la più grande festa del “running” nazionale. Oltre 14.000 runner iscritti, provenienti da 131 nazioni, correranno per le strade della capitale, insieme a decine di migliaia di cittadini e turisti che parteciperanno alla “Fun Run” di 5 chilometri. Partenza e arrivo della Maratona  in via dei Fori Imperiali, mentre la piccola “Fun Run”,  anch’essa partenza dai  Fori Imperiali, si concluderà all’interno del Circo Massimo, dove è stato allestito il “Fin Village”.

Il via sarà dato dalla sindaca di Roma Virginia Raggi insieme al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e al presidente della Maratona di Roma Enrico Castrucci.

La prima partenza, quella degli atleti paraolimpici in wheelchair, avverrà alle 8.35. Alle 8.40 partirà la prima tranche dei maratoneti; la seconda alle 8.45 e la terza alle 8.52. Alle 9.10 partiranno i partecipanti alla Fun Run. Il tempo limite per chiudere la maratona è di 7 ore e 30 minuti.

Il percorso dell’Acea Maratona di Roma 2018, che ha ottenuto il patrocinio dell’Unesco, è quello classico, con oltre 500 siti di interesse storico, archeologico e architettonico toccati dal tracciato. Lungo il tracciato della gara si sviluppa una festa senza sosta, con 50 eventi musicali che accompagneranno maratoneti e spettatori. Un’offerta artistica e musicale per intrattenere partecipanti e pubblico per tutta la durata della gara.

Lungo il percorso saranno operativi 32 medici fra rianimatori, ortopedici, cardiologi e medici dello sport, 96 fisioterapisti e massaggiatori sportivi, 41 infermieri professionali specializzati ed oltre 100 volontari del soccorso esperti in Bls. Inoltre, 267 osservatori sanitari monitoreranno in tempo reale la gara e comunicheranno alla Centrale Operativa della manifestazione eventuali necessità di interventi sanitari. Inoltre, saranno allestite 11 postazioni sanitarie fisse con tenda oltre alla presenza di 14 ambulanze, 11 centri mobili di rianimazione, 4 auto mediche, 3 moto medicalizzate e un caddy elettrico che garantiranno un impatto rapido a richieste di soccorso nei punti a più difficile viabilità.

Emiliano Cavaliere

Nelle foto alcuni flash storici sulle Maratone di Roma dai Fori Imperiali a San Pietro