Watchmakers, all’Extra Maxxi il Mestiere d’Arte dell’orologio

      

Watchmakers, all’Extra Maxxi il Mestiere d’Arte dell’orologio

Debutto a Roma alla Galleria ‘Extra Maxxi’ la mostra d’arte “Watchmakers – The Masters of Art Horology” dedicata all’orologio artigianale, prodotta da “Maxima”

di Giulia Nemiz Gregory                                                                            foto   Marco Serri

 

I grandi Maestri Hajime Asaoka, Christophe Claret, Ludovic Ballouard, De Bethune, Philippe Dufour, Laurent Ferrier, Romain Gauthier, Vianney Halter, Christian Klings, Jean Daniel Nicolas, Roger W. Smith e Kari Voutilainen sono dodici prestigiosi ‘artisti delle lancette’ selezionati fra i più importanti orologiai artigiani indipendenti del mondo.

      Un’affascinante esibizione di esemplari di splendida gioielleria meccanica, realizzata da questi grandi artisti, curata da Claudio Proietti , è allestita all’Extra Maxxi, il Museo delle Arti del XXI Secolo in via Guido Reni, 4°. La mostra, presentata all’inaugurazione da Fabiola Cinque, raccoglie eccezionali pezzi unici della più raffinata produzione da tutto il mondo. Concepita come itinerante, rimarrà al pubblico romano per una ventina di giorni. Dal 26 al 30 Aprile volerà a New York  (nella Phillips NY Gallery  al 450 Park Avenue), per proseguire a Hong Kong dal 24 al 28 maggio, al Mandarin Oriental Hotel. Concluderà questo fantastico tour a Londra nel quartier generale di Phillips a Berkeley Square dal 19 al 26 giugno.

Il debutto nella capitale della mostra Watchmakers  – The Masters of Art Horology”, è prodotta da  “Maxima”, Galleria d’arte specializzata in arte moderna e contemporanea che si occupa di mediazioni e cura alcune delle più importanti collezioni d’arte italiane. Proietti,  oltre ad essere un convinto sostenitore di artisti indipendenti di talento, è  anche un  grande collezionista di orologi  ed è stata questa la passione che lo ha portato a  concepire questa esposizione, con lo scopo di dare visibilità agli orologiai artigiani, veri e propri artisti contemporanei, talenti assoluti nelle emozioni con preziosi e raffinate opere d’arte “da polso,  destinate a diventare pezzi vintage di culto.

Quello dell’Orologiaio oltre ad essere un lavoro che ha radici in una lontanissima tradizione, a tutti gli effetti può definirsi un “Mestiere d’Arte” tra i più antichi e prestigiosi. Fonde da sempre tecnologia, scienza e senso artiStico. Ciò che ha sempre colpito di questo mondo, è la capacità dei suoi artefici di rimanere saldamente alle tradizioni del passato, riuscendo però ad accettare senza remore l’evoluzione imposta dallo scorrere del tempo.

La mostra è realizzata in collaborazione con la rinomata casa d’asta leader nel campo degli orologi di alta qualità, la “Phillips”,   in associazione con “Bacs e Russo” , leader sia nella ricerca dei pezzi  vintage più rari al mondo, che nello scouting di tutti i grandi orologi, a prescindere dalla data di realizzazione. Phillips ritiene che il suo ruolo comporti anche il dovere di supportare questi ‘Maestri delle lancette’, simbolo di  una comunità estremamente  importante, al tempo stesso molto fragile, di artigiani instancabilmente impegnati nella salvaguardia della loro arte. Non è un caso, infatti, che nel passato molte delle loro creazioni fossero già  presenti nelle aste Phillips per qualità e bellezza.

Photo Copyright Marco Serri 2018 per MyWhere
All rights reserved – Use by permission