LA GARA E’ STATA DOMINATA DAGLI ETIOPI

Gli etiopi, ancora una volta, hanno trionfato alla Maratona di Roma. Alla XXV Acea Maratona il risultato di giornata lo ha firmato la 22enne etiope Alemu Megertu, che con 2 ore 22’52” ha limato un secondo al record della manifestazione, che resisteva dal 2008 (2h22’53” della russa Galina Bogomolova) e ha abbassato di oltre cinque minuti il personale sulla distanza. Megertu ha preceduto due connazionali, Muluhabt Tsega, seconda in 2h26’41”, e Chaltu Negesse, terza in 2h30’45”.

Quarto posto per l’azzurra Laila Soufyane (Esercito) che e’ rientrata in MaRatona dopo due anni e mezzo con 2h34’54”.

La doppietta etiope e’ completa con il successo maschile di Tebalu Zawude Heyi, primo sul traguardo dei Fori Imperiali con 2h08’37”, davanti ad altri due etiopi, ovvero Tesfa Wokneth (2h09’17”) e Yihunilign Adane (2h09’53”). Daniele Meucci (Esercito) e’ stato costretto al ritiro, per problemi fisici, dopo aver percorso 33 chilometri: il primo degli italiani al traguardo e’ stato per la terza edizione consecutiva Ahmed Nasef (Atletica Desio), undicesimo in 2h16’57.

Al dare il via alla corsa  la sindaca Raggi che ha detto: “Grande partecipazione circa 10mila iscritti, abbiamo visto adesso le varie ondate che son partite sono tutti pieni di entusiasmo, noi non possiamo che augurare ali ai piedi”.

Tebalu Zawude Heyi, primo con 2h08’37”

1987, Rome, Italy — Marathon Runners Pass the Coliseum — Image by © Mike King/CORBIS