L’accesso alla cultura è un diritto fondamentale sancito, oltre che dalla Costituzione, anche dalla Convenzione dell’ONU sui diritti dei disabili

di Danilo Melandri

L’impegno costante deve essere quello di promuovere attività e progetti a favore di una sempre più ampia accessibilità dei luoghi e dei contenuti della cultura da parte di tutti. L’accesso alla cultura è un diritto fondamentale sancito, oltre che dalla Costituzione (art. 3), dalla Convenzione dell’ONU sui diritti delle persone con disabilità,ratificata con la Legge italiana del 2009. Il MiBACT, con lo slogan “Un giorno all’anno tutto l’anno”, conferma quindi il suo impegno ad assicurare per tutti le migliori condizioni di utilizzazione e fruizione del nOstro patrimonio culturale. Nell’ambito delle manifestazioni dell’Anno Europeo per la cultura, sono stati oltre 450 i musei che nella giornata del 3 dicembre sono rimasti aperti al pubblico. Fra i tanti, in Emilia Romagna, appuntamento a Ferrara al Museo Archeologico Nazionale con l’evento “La Follia al centro” durante il quale è stata esposta una mostra dedicata al furore dell’ Orlando innamorato. E ’seguito un concerto musicale, a ingresso gratuito con offerta libera per la Fondazione ANT, che si occupa di progetti di assistenza e prevenzione. A Reggio Emilia, ogni anno, molteplici eventi a sostegno, promossi dal Comune con le sue farmacie riunite, per una “Città senza barriere”.. Sono state anche pianificate diverse giornate di eventi tra il mese di novembre e dicembre con temi focalizzati sulla disabilità e sulle risorse delle persone interessate. per la loro disabilià. In particolar modo, per le giornate del 2 e 3 dicembre, la città ha cambiato aspetto con una “Notte di Luce”, rischiarata solo da lanterne e candele per raccontare simbolicamente la differenza: negozi aperti, aperitivi a lume di candela, vetrine splendenti di magia luminosa e concerti per celebrare la giornata. Per il giorno successivo atri differenti eventi, tra i quali la proiezione di “Cristina”, il racconto di una malattia debilitante e un laboratorio per bambini dal titolo “Mi-Riguarda”. Emozioni in movimento, un torneo di basket in carrozzina e “Museo facile”, una visita guidata alla mostra “On the road”. In Val d’Aosta la manifestazione “Ricomincio dal Tre”, e, la Regione ha approvato una settimana di eventi e dibattiti dedicati nella “Giornata mondiale dei diritti delle persone con disabilità”. In altri centri della Regione, l’impegno per facilitare un percorso di vita accessibile a tutti attraverso sport, arte e creatività. In Piemonte on il Movimento Apostolico Sordi (MAS) di Novara, una giornata di laboratori e incontri. A Torino dibattiti e visite museali. In Toscana gli eventi a Firenze, nella Biblioteca Marucelliana, con una conferenza su Accessibilità e accoglienza della biblioteca inclusiva; e Grosseto, al Museo Civico Archeologico Isidoro Falchi, la presentazione di un un nuovo percorso di visita totalmente accessibile con il progetto “MUSEO4U”. In Umbria la città di Perugia da anni si occupa di progetti sulla disabilità collaborando con varie associazioni. Il 3 dicembre, un evento presso la Galleria Nazionale dell’Umbria. Nel Lazio, a Roma, il Convegno Nazionale Legge 112716 “Dalle parole ai fatti”. In programma, gli atti applicativi delle Regioni a confronto organizzato dall’Associazione nazionale delle famiglie di persone con disabilità intellettiva e/o relazionale (ANFFAS). Sempre con la stessa organizzazione, il progetto “Capacity”: “La legge è eguale per tutti” sulla sperimentazione dei modelli innovativi di sostegno per le persone con disabilità. Per la stessa giornata, con Roma Capitale un happening al Teatro India “#unpalcopertutti.” Nello stesso mese visita guidata alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea, organizzata dall’Associazione Museum durante la quale volontari non vedenti guidano altri studenti, attraverso gli spazi della Galleria Nazionale.

Print Friendly, PDF & Email